Mamma in palestra e papà  vola

Oggi mamma è tornata in palestra mentre papà ed io discorrevamo al bar in sua attesa. L’ho vista un po’ affaticata, ma datele tempo e vedrete. Dai ma…

Invece sabato scorso papà ha fatto un voletto.

volo1.jpg

Quando si aspetta un bambino/a ci si domanda spesso… come cambierà la mia vita? In fondo non molto, l’unica cosa è che se prima ci mettevi 5 minuti a fare le cose ore ne impieghi 10… ci vuole solo un pizzico di pazienza e organizzazione in più. In compenso si fanno un sacco di cose nuove insieme!

Amici speciali

Oggi ho conosciuto degli amici speciali. Ormai da qualche tempo, i nostri amici e MeP, invece di scambiarsi regalini per il compleanno, raccolgono dei soldi in un salvadanaio per poi donarli in beneficenza. Oggi finalmente abbiamo portato il nostro salvadanaio a fra Benedetto per il progetto ridare la luce.

seconda.jpg

Si tratta di un progetto congiunto tra l’aeronautica militare e il fatebenefratelli per operare di cataratta i bambini e gli adulti del Mali. Con pochi soldi si può ridare la vista ad una persona… non vi pare eccezionale? Per chi ne volesse sapere di più www.afmal.org
Poi abbiamo fatto un giretto per il fatebenefratelli di Genzano. In questa struttura sono ospitate delle persone speciali ed è stato un piacere conoscerle. Non ci sono parole per descriverle, sono uniche. Sono piccole ma grandi, semplici e complesse, sorridenti e tristi, illuse e consapevoli, ma soprattutto vere, una virtù che al giorno d’oggi non è proprio comune.
prima.jpg

In particolare saluto Marco che ci ha mostrato i suoi bellissimi quadri e anche bruschetta, un asinello con cui i ragazzi fanno onoterapia. Infine siamo stati a pranzo (e come te sbagli) con Bruno e Noemi. Al nostro ritorno per completare una giornata speciale abbiamo soccorso due ragazzi che erano rimasti senza benzina (l’incubo di M) e li abbiamo trainati fino al distributore più vicino.