Sardegnando

12 agosto: Finalmente si parte! E guarda un pò chi c’è sul traghetto per Olbia?

12_partenzaTantissimi gabbiani ci accolgono all’arrivo!

12_gabbianoAppena sbarcati andiamo subito a Posada a fare un tuffo al mare! Acqua bellissima e calda! La sera cena con il gruppo beghini e i sardegnoli acquisiti!

12_meggy13 agosto: Giornata di mare bellissima a Berchida. L’acqua è talmente calda e trasparente che non usciresti mai! E al tramonto partitone!

13_berchidaLa sera ci spostiamo e raggiungiamo il gruppo vacanze ‘Sardegnando 2015’ in un’area di sosta in cima al Supramonte….che freddo qui!

14 agosto: sveglia presto e partenza a piedi per le Gole di Su Gorroppu.

14_gorr_alberoLa passeggiata è lunga, impegnativa e sotto il sole…. ma i bimbi sono bravissimi!

14_gorropuAlla fine arriviamo alla gola, che paesaggio!

14_gorr_cuoreMati viene anche punta in bocca da un’ape…per fortuna troviamo un antistaminico per bloccare la reazione!

14_gorr_mati_flavioCi inoltriamo nella gola tra sassoni sempre più enormi e pareti sempre più strette! E’ bellissimo!

14_gorr_tuttiIl rientro è una lunghissima passeggiata lungo il letto del fiume con l’ultimo pezzo di salita con le jeep. La sera siamo tutti esausti!

15 agosto: ferragosto lontani dal mare … ci rifugiamo sull’altopiano del Golgo…tra asinelli e maialini selvatici.15_golgo_camperC’è la piccola chiesina campestre di San Pietro del Golgo che diventa il nostro rifugio dall’improvvisa pioggia.

15_golgo_chiesa 15_golgo_family 15_golgo_asinelliPoi un pò di compiti durante il temporale e la visita alla voragine Su Sterru (Matilde: “mamma perchè in questo buco profondissimo ci buttavano solo quelle della vergine?”).

Infine cena in un ristorante tipico a base di pecora e porceddu! Che magnata!!

16 agosto: oggi scendiamo dai monti, superiamo Arbatax e ci fermiamo nella bellissima spiaggia di Cea, rocce rosse.

16_chea_dita 16_meggy_anna 16_chea_matiGonfiamo le canoe e facciamo un giro esplorativo intorno ai piccoli faraglioni rossi con tanti tuffi e immersioni con la maschera. La sera ci spostiamo a Su Sirboni in un’area sosta sul mare.

17 agosto:  spiaggi di sassi rosa e neri di Su Sirboni.

17_susirboni 17_susirboni_pietrePoi ci spostiamo a Coccoroci dove arriviamo al tramonto e Andrea ci prepara un fantastico minestrone (per cui si è pure ustionato un piede!). Ceniamo seduti sulle coperte su una scomoda spiaggia di sassoni….ma a lume di candela e sotto uno stupendo cielo stellato! Faceva pure freschino!!

18 agosto: percorriamo con i tre camper una strada sterrata un pò avventurosa fino ad un parcheggio sperduto. Poi a piedi arriviamo a Is Piscinas, delle cascate naturali e pozze di acqua fredda.

18_piscinas_tutti 18_piscinas_andy_bimbe 18_piscinas_cascata

is_piscinasLe bimbe si divertoni con tuffi e scivoli. Poi si riparte. Attraversiamo per circa 4 ore l’interno della sardegna, attraversando le  foreste del Gennargentu e paesini sperduti. Arriviamo infine a Barumini, dove per fortuna troviamo l’ultima visita guidata della giornata, al tramonto, al nuraghe Su Nuraxi.

18_Barumini_Su_NuraxiLa sera accampamento nel parcheggio deserto e BBQ. Infine dolcetti sardi appena fatti, presi al ristorante vicino, annaffiati da un buon mirto!

19 agosto: mattina sveglia presto e prendiamo il traghetto per l’isola di Carloforte. Passeggiata nel paesino e spesa al mercato. Ci compriamo anche un piccolo alberello di mirto che ci accompagnerà per tutto il viaggio! Poi relax sulla scogliera nera.

19_carlo_forte_carlotta Le bimbe si scatenano alla ricerca di conchiglie e paguri per la cena! Al tramonto ci spostiamo allo stagno di Sant’Antioco a vedere i fenicotteri rosa e infine accampamento provvisorio con cenone a base di fregola sarda al sughetto di conchiglie! Brave bimbe!

19_carlo_forte20 agosto: sveglia presto e percorriamo una strada stupenda a strapiombo sul mare. Scorci di archeologia industriale, le vecchie città minerarie ormai abbandonate e le fabbriche in disuso. Di passaggio vediamo anche il famoso Pan di zucchero, un collinone tondo sul mare e infine arriviamo a Buggerru. Corriamo trafelati per non perdere la visita alla Galleria di Henry. Indossati i caschetti e armati di torce saliamo su un vecchio trenino, ormai elettrico, che attraversa lo strettissimo e buio tunnel che porta fino ad un punto panoramico mozzafiato! 20_galleria_henry_bimbe 20_galleria_henry_family20_trenino_galleria_henry20_galleria_henry_panorama Il ritorno si fa a piedi, un pò dentro il tunnel e un pò lungo lo stretto passaggio lungo la parete esterna della galleria! Molto suggestivo! Nel pomeriggio ci spostiamo a Portixeddu, uno spiaggione di sabbia bianca con dei cavalloni divertentissimi! Passeggiando un pò sulla riva troviamo anche un fiume che sbocca a mare e le bimbe si divertono a costruire le capanne. 20_portixeddu_capanna 20_portixeddu_canneLa sera preparo la cena in camper e ce la mangiamo in spiaggia al tramonto….romanticoni!

20_portixeddu_cena_spiaggia21 agosto: Scivu la spiaggia più bella del nostro viaggio (per me)! Spiaggione di sabbia con alle spalle una falesia di 15 metri di rocce rosse.

21_scivu

La giornata trascorre al sole tra giochi e passeggiate lungo la riva, fino alla fine della scogliera, dove ci sono tante calette.

La sera, da gran signori, ordianiamo patate fritte, gamberoni e spigole sotto sale alla brace al ristorante vicino e ce le mangiamo nel nostro fantastico accampamento al tramonto! Che vuoi di più dalla vita? :)

21_scivu_cena_tramonto22 agosto: a pochi Km da Scivu un’altra bellissima spiaggia che raggiungiamo in bici, Piscinas. Enormi dune di sabbia con una verdissima vegetazione. Qualche matto si avventura nonostante la sabbia bollente!

22_piscinas22_piscinas_panoramaLa giornata passa tra tuffi e partite a racchettoni.

22_piscinas_Andy&bimbe 22_piscinas_Max&Ali La sera andiamo a dormire a Porto Palma. Ci accoglie un bel tramonto (con l’ultimo bagliore verde!)

22_Porto_Palma23 agosto: Porto Palma. Giorgio va a pesca e noi lentamente rotoliamo dai camper sulla spiaggia. Posto domenicale per famiglie locali. Gonfiamo le canoe e andiamo ad esplorare la costa rocciosa. Appena girato il promontorio ci appare la vera “costa verde”, vegetazione sulle falesie rocciose che arriva fino al mare! Troviamo anche uno scoglio per i tuffi!

22_Porto_Palma_canoa 23_Porto_Palma_tuffiLa sera ci spostiamo, attraversando Oristano fino ad arrivare ad un agri camping nella spiaggia famosissima di Is Arutas.

24 agosto: Is Arutas, spiaggia bianca famosa per essere fatta di minuscoli sassolini bianchi, tipo chicchi di riso. Peccato che il giorno prima c’era stata una forte mareggiata :(

La famosissima spiaggia ci appare piena di alghe e il mare è talmente mosso che è impossibile fare il bagno.

24_Is_Arutas_barca 24_Is_Arutas_noi25 agosto: ci spostiano nella penisola del Sinis attraversando paesaggi bellissimi di macchia mediterranea, vegetazione bassa verde e rossa.

25_Sinis_macchia_medci fermiamo a S.Giovanni in Sinis e dopo aver visitato la sua bellissima chiesetta montiamo in sella ed entriamo nell’area archeologica di Tharros.Un posto mistico che lascia senza parole. La salita è impegnativa ma la meta è suggestiva….la torre, e infine il faro di Capo S. Marco dove hanno girato il film “Una piccola impresa meridionale”!

25_S.Giovanni_Sinis_Tharros25_TharrosLo spettacolo è mozzafiato, una stretta lingua di terra tra i due mari morto e vivo. Lasciamo le bici, passeggiamo lungo la scogliera e sgranocchiamo pane carasau, guttiau e formaggio (5Kg in 20 giorni!).

25_Tharros_Faro_Tutti25_Tharros_Faro_Family25_Tharros_Faro_Bimbe 25_Tharros_Faro   La spericolata discesa in bici ha un fantastico premio…. il bagno in un’acqua cristallina nella parte di mare “morto”!

25_Tharros_bagnoE infine la visita agli scavi! Che posto! Questi antichi avevano capito tutto!

25_Tharros_rovineRiprendiamo i camper e ci spostiamo per goderci il tramonto in un posto magico, le bianche scogliere di Santa Caterina di Pittinuri.

25_S.Caterina_Pittinuri_scogliera 25_S.Caterina_Pittinuri_torre 25_S.Caterina_Pittinuri_camperCena di pesce all’anonimo ristorante Asterix che ci sorprende con un’ottima fregola, pasta  arselle e bottarga, e attinie fritte!! Dormiamo sulla scogliera.

26 agosto: Troviamo una bella spiaggia a Sa Mesa Longa ben protetta dal vento che soffia un pò forte in questi giorni. La spiaggia è fatta da sabbia mista a micro conchiglie colorate e c’è una barriera di scogli ad una cinquantina di metri dalla riva che è collegata ad un isolotto.

26_Sa_mesa_longa 26_Sa_mesa_longa_bimbeMarghe mette il boccaglio per la prima volta e facciamo tutti una bella nuotata! Vediamo anche le sogliole sul fondale.

La sera ci spostiamo per una passeggiata-struscio a Bosa, bel paesino sul fiume con il castello in cima e tutte le casette colorate. Ceniamo con un bisteccone di bue “rosso”.

26_Bosa27 agosto: ultimo bagno di prima mattina e poi tutti a fare colazione al bar a Bosa Marina davanti alla stazione del famoso “trenino verde”  che attraversa le montagne sarde! E poi ognuno per la sua strada. Noi ritorniamo sulla costa est e ci fermiamo a Cala Gonone, sulla strada costiera che si interrompe a cala Fuili. Gonfiamo la canoa ed esploriamo un pò le calette e le grotte lungo la scogliera. cena e poi a mangiare un gelato in paese. Ci informiamo per un giro in gommone con un capitano/pirata con i capelli lunghi e l’orecchino.

28 agosto: Golfo di Orosei. Sveglia presto, colazione abbondante e tutti sul gommone del capitano Paolo, che si rivela essere proprio la scelta giusta! Simpatico, attento ai dettagli, amante della sua bellissima terra. Passiamo radenti alla falesia esplorando grotte e insenature, vediamo tante specie di uccelli e l’acqua è stupenda. Il giro è un continuo tuffo e risalita sul gommone. Facciamo tante piccole immersioni con le maschere: i fondali sono stupendi, sabbia bianca e massi enormi.

28_golfo_orosei_mamma&mati28_golfo_orosei_primo_tuffoFacciamo una tappa a cala Sisine, con il laghetto alle spalle

28_golfo_orosei_cala_luna 28_golfo_orosei_cala_luna_bimbe poi per pranzo il nostro capitano ci lascia nella bellissima spiagge delle sorgenti, dove immergendosi si vedono le correnti di acqua fredda e dolce che sgorgano dalle montagne. Poi passiamo dalle ‘piscine di venere’ …un punto con un’acqua così trasparente da sembrare inesistente! Ci fermiamo a visitare la grotta del Fico, che per decenni nessuno ha mai notato perchè aveva l’entrata nascosta da un enorme fico che è franato in parte con le recenti alluvioni. Qui partorivano le foche monache.

28_golfo_orosei_grotta_fico 28_golfo_orosei_grotta_fico_family   Ritorniamo sul gommone e Paolo mette la quarta e corre veloce tra le onde….il gommone impennato e le bimbe impazzite di gioia! Arriviamo a cala Goloritze, col suo enorme scoglio a punta alto 140m e l’arco naturale. Anche qui facciamo un tuffo.28_golfo_orosei_cala_goloritze Il gommone viaggia veloce e ci porta ad esplorare i fiordi, e il porto di pietra. Qui facciamo una splendida immersione per vedere un relitto, praticamente integro, a pochi metri di profondità. Finora abbiamo percorso 40Km di costa. Il viaggio di ritorno è più veloce ma con una serie di tappe divertenti, l’abbordaggio di una nave per prendere un vassoio di fichi, il passaggio dal gommone del ‘pallido’ per assaggiare la sua grappa e infine l’ultimo tuffo mentre Paolo getta in acqua pezzi di pane che attirano migliaia di pesci.

Infine rientriamo al porto di cala Gonone…..una giornata intensa, stupenda, indimenticabile!

c29 agosto: oggi torniamo in montagna e facciamo una passeggiata ad Orgosolo, paesino famoso per i suoi murales, praticamente un libro di storia a cielo aperto.

29_orgosolo_murales_gatti 29_orgosolo_murales_cavallo 29_orgosolo_murales_torriRiesco anche ad andare dal parrucchiere, dove assisto ad una litigata in sardo tra due donne, per una storia di corna (credo!).

Per pranzo ci spostiamo sull’altipiano di Montes. Siamo in buona compagnia.

29_Montes 29_Montes_ronziRaccogliamo un pò di more lungo la strada e ci fermiamo a Mamoiada a visitare il museo delle Maschere Mediterranee. Il curatore del museo è una persona speciale che ci affascina con i sui racconti sulla storia e filosofia delle maschere.

ths-logoPoi assistiamo al torneo di morra (murra sarda)! Che spettacolo! E’ un gioco di velocità impressionante! Ceniamo in un bel ristorante in paese con piatti tipici dell’entroterra.

30 agosto: ritorniamo sul mare per un bel bagno nella bellissima spiaggia di Berchida. La notte nel parcheggione deserto c’è una luna piena stupenda!

31 agosto: ancora mare in una bella spiaggia a ridosso della pineta a S’Ena e Sa Chitta La sera raggiungiamo i ‘sardi’ a Posada e ceniamo con loro. Andiamo a dormire nella pineta di Orvile.

1 settembre: la mattina ultimo bagno ad Orvile tutti insieme e poi dritti ad Olbia a prendere il traghetto! 01_sett_orvile_panoCiao Sardegna…è stata proprio una bellissima vacanza!!!! 01_sett_orvile_bimbe